Gallery

Saperci fare con i cavalli, 12 settembre 2010

 

Le attività sono rivolte esclusivamente agli associati.
Per conoscere le modalità di adesione e avere tutte le informazioni necessarie, compila il modulo di contatto!




Attività di Cavalgiocare
®
per bambini (4-7 anni)

Lezioni di Volteggio a Cavallo
per bambini e ragazzi dai 7 ai 18 anni

Lezioni di equitazione (dai 7 anni)

Lezioni per ragazzi e adulti principianti

Lezioni di perfezionamento.

Personalizzazione del percorso di insegnamento.


Per noi fare equitazione significa innanzitutto sport, divertimento, sfida con sé stessi e coi propri limiti.
Crediamo che i nostri allievi, specie se bambini e ragazzi, abbiano bisogno di poter trovare svago nell’equitazione e non un motivo ulteriore di frustrazione. Il successo, per noi, deriva dall’essere riusciti a vincere una paura o un ostacolo incontrato, non dalla vittoria in una gara.
Crediamo che il gioco, fatto a cavallo, sia il linguaggio migliore per consentire ai bambini di imparare una disciplina e ricevere educazione.
Sono moltissimi i casi di persone che si sono avvicinate all’equitazione in età adulta: da noi tutto questo può concretizzarsi, anche grazie al fatto che il percorso di insegnamento viene personalizzato sull’allievo.


Informazioni sulle lezioni:
- lezioni su appuntamento, dal martedì alla domenica (giorno di chiusura lunedì)
- le lezioni possono essere sia individuali, sia di gruppo (comunque mai più di 3-4 allievi)
- nessun obbligo di abbigliamento tecnico
- l'Associazione fornisce gratuitamente il cap (casco) obbligatorio
- le lezioni iniziano sempre con la pulizia del cavallo, per favorire l'instaurarsi di quel rapporto speciale col cavallo indispensabile per vivere pienamente l'equitazione
- le lezioni coi bambini si svolgono in forma di "giochi a cavallo", che consentono di imparare in modo divertente e gioioso l'equilibrio e le prime tecniche di gestione del cavallo


Detrazioni IRPEF per la famiglia

Al fine di sostenere e incentivare la pratica sportiva dilettantistica, la legge finanziaria per il 2007 ha introdotto la possibilità di detrarre dall’Irpef una parte delle spese sostenute per l’iscrizione e l’abbonamento dei ragazzi e dei giovani di età compresa tra i 5 e i 18 anni ad associazioni sportive, palestre, piscine e altre strutture che promuovono lo sport dilettantistico.
La detrazione è pari al 19% delle somme pagate a partire dall’anno 2007 e va calcolata su un importo massimo di 210 euro l’anno.
Per fruire della detrazione la spesa deve essere certificata da bollettino bancario o postale, da fattura, ricevuta o quietanza di pagamento, da cui devono risultare i seguenti elementi:
        la causale del pagamento;
        l’attività sportiva esercitata;
        l’importo pagato per la prestazione resa;
        i dati anagrafici del praticante l’attività sportiva e codice fiscale della persona che effettua il pagamento (solitamente genitore).
Le ricevute dei pagamenti effettuati non vanno allegati alla dichiarazione ma conservati ed esibiti su richiesta dell’Agenzia delle Entrate.
 

PASSEGGIATE, LEZIONI A CAVALLO E… PERSONE SENZA TROPPI SCRUPOLI!
Purtroppo l’argomento del titolo è sempre attuale e, purtroppo, non c’è mai chiarezza sull’argomento e modalità per effettuarle in modo sicuro e divertente.
Vogliamo, quindi, dare alcuni consigli e spiegare come la normativa in vigore interpreta l’attività di equiturismo e quali accorgimenti adottare per “controllare” che sia fatta bene.

SOTTO I 14 ANNI NON SI POSSONO EFFETTUARE “USCITE” A CAVALLO.
Nemmeno per un metro fuori dal terreno dedicato all’attività sportiva!
A vietarlo è il Codice della Strada, all’art. 114.
In sostanza: finché si è all’interno della proprietà privata adibita all’allenamento, non ci sono problemi perché questo rientra nell’ambito dell’insegnamento di un’attività sportiva. Non appena si esce dalla proprietà privata (anche solo per andare su proprietà private confinanti, non necessariamente su pubbliche aree!). Attenzione a chi vi propone “fantastiche” passeggiate e non si interessa della vostra età, magari facendovi anche solo attraversare stradine di campagna.
Cosa succede se lo si fa lo stesso?
Beh, se si è da soli si incorre in una salata contravvenzione e il genitore potrà essere indagato per abbandono di minore e incauto affidamento.
Se invece si è accompagnati da un maggiorenne, la contravvenzione sarà doppia, e ci sarà sempre l’incauto affidamento!!!
Questo vale anche per gli istruttori, le guide equestri, i tecnici… Diffidate, dunque, della professionalità e della serietà di costoro.
Per fare un paragone che rende l’idea: è come guidare l’auto da minorenni senza aver conseguito la patente! E per lo pseudo-istruttore sarà come dare un’auto in mano a un minorenne dicendogli “guida che sei bravo!”

CONTROLLATE LE ASSICURAZIONI…
Purtroppo questo è un terreno sul quale molti pseudo-accompagnatori fanno orecchie da mercante.
La legge (art. 51 legge n. 289/2002) prevede l’obbligo assicurativo contro gli infortuni degli sportivi dilettanti tesserati in qualità di atleti, dirigenti e tecnici alle Federazioni sportive nazionali, alle Discipline sportive associate e agli Enti di promozione sportiva. In sostanza TUTTI coloro che gravitano intorno allo sport (sono esclusi solamente i professionisti)!!!
A spiegare meglio la legge, è intervenuto anche un decreto interministeriale del 17-12-2004, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il 28-4-2005. Tale decreto chiarisce che il tesseramento deve essere stato fatto in data certa antecedente all infortunio mediante le modalita previste da ciascuna delle organizzazioni sportive di appartenenza: come fanno, quindi, in certi posti a metterti sul cavallo subito?!?!?! Semplice: se ne infischiano della legge. E anche qui, potremmo aprire un dibattito sulla serietà professionale di certa gente…

LA RESPONSABILITA’ CIVILE DELL’ISTRUTTORE
Fin qui si parla d’infortuni, la cui colpa molto spesso è di nessuno: l’equitazione è considerata sport pericoloso e, di conseguenza, una caduta da cavallo con frattura rientra in quei “rischi” che uno conosce sin da subito.
Ma se per caso mi faccio male perché l’istruttore non è stato capace di valutare la mia preparazione (e come fa, se non ti vede nemmeno montare in maneggio?!?)? O se cado perché mi ha portato su un percorso troppo difficile? Insomma, se è chiaramente colpa sua  e non del cavallo o mia??? Intanto sarà onesto e lo riconoscerà, ma se è anche serio avrà stipulato una polizza di responsabilità civile verso terzi, che serve appunto per garantire gli allievi in questo caso.
ATTENZIONE: se l’associazione che vi propone l’attività sportiva non è regolarmente affiliata a un ente di promozione sportiva (come Uisp, Csi, ecc) o (PEGGIO!) se l’istruttore non ha rinnovato il proprio brevetto per l’anno in corso, TUTTE QUESTE BELLE POLIZZE NON SONO VALIDE, anche se regolarmente stipulate!
Domandiamo queste cose: è per la sicurezza!

IN PASSEGGIATA IN “CORDATA”
La passeggiata a cavallo è bellissima: ci si sente pieni, liberi, felici. Si avverte una sensazione di libertà che è incredibile! Si possono sperimentare le cose imparate in maneggio e ci si può confrontare davvero con l’animale in libertà.
Che tristezza, quindi, le passeggiate con i cavalli “in cordata”, uno dietro l’altro, con l’istruttore davanti e dietro 8-9 persone su altrettanti cavalli avviliti, tristi, che faranno esattamente ciò che farà il cavallo dell’istruttore! Fare passeggiate così non è divertente e i cavalli saranno umiliati.
Sinceramente… non è amore per i cavalli e, tantomeno, fare sport! Ma molti gestori di maneggi attenti al soldo più che al lavoro fatto seriamente e per gradi non si pongono questi problemi…

PER CONCLUDERE: la serietà di un centro si misura, a nostro parere, anche e soprattutto da questi dettagli!





_________________________________________________________________________________
A.S.D. Il Tralcio
Via Anna Frank, 61 - 42122 Reggio Emilia
C.F. 91139970353
I cookies servono a migliorare i servizi che offriamo e ottimizzare l'esperienza dell'utente. Proseguendo la navigazione senza modificare le impostazioni del browser, accetti di ricevere tutti i cookies del sito web. Accetta Privacy